San Valentino

Il mio rapporto con San Valentino è sempre stato un po’ strano.

Già il fatto che l’augurio che ci scambiamo io e mio marito sia “Buon San Lavandino” la dice lunga su quanto sia poco romantica per noi questa giornata.

In realtà in tempi non sospetti e all’inizio della nostra relazione io ci provai a festeggiare San Valentino, comprai un beauty da viaggio – si incredibile, ai tempi non stavamo a casa un solo week end – fra gare rally e visite ai parenti in Toscana – dicevo comprai questo beauty e lo regalai con entusiasmo all’allora ritrovato amore della mia vita che invece non aveva pensato minimamente ad un pensiero per  me. A chi non è mai successa una cosa del genere alzi la mano (io non ci credo).

Così abbozzai e archiviai definitivamente San Valentino a scanso di nuove delusioni.

Se poi aggiungo che odio le feste consumistiche quelle in cui l’uomo dovrebbe fare code per acquistare fiori costosissimi solo perché è “obbligatorio” anche no. So quanto è difficile acquistare un pensiero carino che possa davvero piacere e so quanta ansia per prenotare un tavolo in un ristorante “giusto” e romantico con giorni di anticipo per non restare a piedi.  Preferisco cucinare qualcosa di buono per noi, magari apparecchiare per bene la tavola e augurarci “Buon San Lavandino”.

Cosi siamo diventati quelli che il regalo se lo fanno random, tipo quando vediamo qualcosa che ci piacerebbe per noi o per la nostra casa e non è proprio mancanza di romanticismo, ve lo dice una che ha gonfiato decine di palloncini rossi per un compleanno o riempito casa di emoticon smile (bagno compreso) per un’altra ricorrenza che non ricordo. In fondo i regali migliori sono quelli inaspettati.

Oggi, tanto per fare qualcosa che prevedesse il “rosso cuore”, siamo andati insieme a fare le analisi del sangue poi, sbrigate alcune commissioni, ci siamo guardati in faccia e abbiamo deciso di pranzare fuori, in uno dei nostri ristoranti preferiti che era ovviamente liberissimo a pranzo ma terribilmente pieno questa sera.

Buon San Lavandino marito mio….

 

P.S. che poi noi siamo uniti dal destino, altro che San Valentino (se volete leggere cliccate qui: A volte ritornano…

Vuoi ricevere un avviso ogni volta che viene pubblicato un articolo? Iscriviti qui e unisciti agli altri 25 iscritti!

Comincia la discussione

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.